Lasciatevi ispirare!

Seguite i consigli del nostro chef

Il nostro chef  Franz Schönegger vizierà il vostro palato con numerosi piatti tipici della cucina gourmet: dai tradizionali “Schmankerln” della Valle di Gastein fino a specialità internazionali. Con l’aiuto della sua équipe, crea sempre menu deliziosi e innovativi.

Il nostro chef Franz Schönegger svela ai propri ospiti una delle sue migliori ricette da provare a casa:

Pandolce austriaco di Pasqua

Ingredienti per 4 persone:
500 g di farina 00
30 g di lievito di birra
250 ml di latte
80 g di zucchero a velo
120 g di burro
2 tuorli
1 uovo intero
2 cucchiai di uvetta
1 tuorlo per spennellare la pasta
Sale
Buccia di limone grattugiata (non trattata)
1 pizzico di noce moscata in polvere
Burro per ungere la teglia

Per preparare il pandolce di Pasqua, iniziare con un preimpasto da far lievitare fino a che non raddoppia il volume.

Preparazione del preimpasto:
Riscaldare 2 cucchiai di latte e sciogliervi il lievito. Aggiungere 2 cucchiai di farina e mezzo cucchiaino di zucchero a velo e mescolare bene. Coprire con un telo e lasciar lievitare in un luogo tiepido, finché l’impasto non raddoppia il volume.

Nel frattempo sbattere l’uovo, fondere il burro e grattugiare la buccia del limone non trattato.

Mescolare il burro fuso con i 2 tuorli, l’uovo precedentemente sbattuto, lo zucchero a velo, il sale, la buccia di limone e la noce moscata fino ad ottenere un composto schiumoso. Amalgamare il composto con la farina, il preimpasto, il latte restante e impastare fino ad ottenere un impasto morbido e liscio.

Aggiungere l’uvetta e coprire l’impasto con un telo bagnato. Lasciar lievitare ancora una volta per circa 20 minuti. Trascorso questo tempo, formare una palla, posarla sulla teglia imburrata e coprirla e lasciarla nuovamente lievitare.

Quando l’impasto sarà visibilmente cresciuto, spennellare con il tuorlo, incidere tre tagli profondi e mettere da parte a lievitare per altri 15 minuti.

Cuocere in forno preriscaldato 170 °C per circa 30 minuti.

 
Buon appetito!

                                          * * * * *

 


Ingredienti per 6 persone:
1 oca spennata con le interiora (circa 4,5 kg)
5 cipolle
1 kg di mele
½ mazzo di prezzemolo
2 cucchiai di maggiorana essiccata
150 g di carote
125 ml di Calvados
500 ml d‘acqua
400 ml di brodo d‘oca
20 g di farina

Sale
Pepe
Mele e mirtilli rossi per decorare
Olio per la rosolatura e la cottura
Spiedini di legno e filo da cucina

Ingredienti per il cavolo rosso:
1 cavolo rosso (circa 1,6 kg)  
2 cipolle
300 ml succo di mela
300 ml d’acqua
4 – 5 cucchiai di aceto di vino rosso
1 – 2 foglie di alloro
3 – 4 chiodi di garofano
100 g di gelatina di ribes
1 – 2 cucchiai di zucchero

Ingredienti per gli gnocchi di semolino:
500 ml di latte
25 g di burro
200 g di semolino di grano
3 tuorli d’uovo

 

1. Preparazione dell’oca di San Martino:
Pelare le 3 cipolle e tagliarle a pezzettini. Lavare le mele, levare il torsolo e tagliare anche queste a pezzettini. Lavare il prezzemolo, asciugarlo e tritarlo finemente. Scaldare l’olio in una padella e appassirvi le cipolle. Aggiungere le mele, il prezzemolo e la maggiorana a insaporire con sale e pepe.

Scaldare il forno (forno elettrico: 160 °C, ventilato: 140 °C, gas: livello 2).

Ripulire l’oca dalle interiora e dal grasso. Togliere il collo e le ghiandole poste sotto il codrione. Lavare bene il volatile dentro e fuori, salare e pepare l’interno dell’oca e farcirlo con il ripieno di cipolle e mele. Chiudere il collo e il ventre con gli spiedini di legno e legare con spago da cucina, fermando anche le cosce e le ali. Salare e pepare l’oca e metterla sulla griglia del forno con il petto verso il basso. Versare 125 ml d’acqua in una leccarda e metterla in forno sotto l’oca.

Lavare ora le interiora e il collo. Pulire le carote, lavarle e tagliarle a pezzettoni. Pelare 2 cipolle e tagliarle in 4 spicchi. Mettere il tutto nella leccarda e sfumare con 375 ml di acqua e Calvados.

Dopo un’ora e mezza o due girare l’oca nel forno e continuare la cottura per un tempo totale di tre ore e mezza o quattro fino a che l’oca è bella croccante. Durante la cottura bagnare di tanto in tanto l’oca con il fondo di cottura della leccarda.

A 15 minuti dal termine della cottura, spennellare l’oca con acqua e alzare la temperatura del forno (forno elettrico: 225 °C, ventilato: 200 °C, gas livello 4). Togliere l’oca dal forno e tenerla in caldo. Nel frattempo filtrare le verdure in un pentolino, deglassare il fondo di cottura con acqua e aggiungere alle verdure filtrate. Sgrassare la salsa, aggiungere 300 ml di brodo di oca e portare a ebollizione. Amalgamare i restanti 100 ml di brodo d’oca con la farina e aggiungere al fondo di cottura. Lasciar sobbollire per 4/5 minuti e aggiustare di sale e pepe.

2. Preparazione del cavolo rosso:
Mentre l’oca è in forno, pelare e tagliare a cubetti le 2 cipolle restanti. Pulire e lavare il cavolo rosso e tagliarlo a striscioline. Scaldare l’olio in una padella e appassirvi le cipolle. Aggiungere il cavolo e continuare a rosolare per qualche istante. Sfumare il cavolo con il succo di mela e con 300 ml di acqua.
Aggiungere 4 cucchiai di aceto, l’alloro e i chiodi di garofano. Aggiustare di sale e pepe e far cuocere a fuoco medio con il coperchio per circa 30 minuti.
Aggiungere al cavolo la gelatina di ribes e far cuocere per altri 5 minuti. Aggiustare di sale e pepe e aggiungere aceto e un pochino di zucchero.

3. Preparazione degli gnocchi di semolino:
Portare a ebollizione il latte con il burro, il sale e il pepe.
Aggiungere il semolino e amalgamarlo senza smettere di mescolare fino ad ottenere una massa piuttosto solida.
Lasciar raffreddare e aggiungere i tuorli d’uovo. Formare degli gnocchi di dimensioni di una grossa polpetta e cuocere in acqua salata non bollente per circa 20 minuti.

Presentare l’oca con gli gnocchi di semolino su un grosso piatto su cui si sistemeranno anche i mirtilli rossi, le mele e, chi lo desidera, la maggiorana. Servire a parte il ripieno, la salsa e il cavolo rosso.

 
Buon appetito!

                                          * * * * *

 

Naturalmente, il nostro eccellente personale di servizio vi darà informazioni sui piatti del giorno serviti nei ristoranti dell’Hotel EUROPÄISCHER HOF. Ogni anno il nostro personale partecipa a concorsi per il servizio e la cucina, da cui ne sono usciti numerosi vincitori regionali e nazionali.

Se desiderate conoscere più da vicino la cucina austriaca, vi consigliamo di visitare la Gasteiner Klause direttamente nel nostro hotel, dove potrete degustare i tipici “Schmankerl” in un’atmosfera davvero accogliente.

Saremo lieti di darvi il benvenuto nell'Hotel a 5 stelle EUROPÄISCHER HOF. Inviateci oggi stesso la vostra richiesta di soggiorno non vincolante.